Floramundi Donnafugata - Cerasuolo di Vittoria Docg

Servizi

Cantine

Floramundi Donnafugata - Cerasuolo di Vittoria Docg Ingrandisci

Floramundi Donnafugata - Cerasuolo di Vittoria Docg

Nuovo prodotto

Fruttato, con delicate note floreali e speziate; freschezza e morbidezza lo rendono piacevolissimo; servito fresco, è un insolito rosso da apprezzare anche sul pesce. Floramundi 2017 esprime l’armonico equilibrio che può raggiungere il Cerasuolo di Vittoria.

Maggiori dettagli

14,80 € tasse incl.

  • 2017

Aggiungi alla lista dei desideri

Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione

Dettagli

DENOMINAZIONE: Etna Rosso DOC

UVE: Nerello Mascalese – E’ un vitigno a bacca nera. Il terroir unico del vulcano dà vita alla prestigiosa denominazione Etna.

ZONA DI PRODUZIONE: Sicilia orientale, versante nord dell’Etna, tra Randazzo e Passopisciaro.

TERRITORI: altitudine da 730 a 750 m s.l.m; la composizione del suolo lavico a tessitura sabbiosa, offe una reazione subacida- neutra, con buona dotazione organica. Profondo, ricco di minerali, il suolo lavico permette una forte espansione radicale.

VIGNETO: allevamento ad alberello o controspalliera con potatura a cordone speronato. Densità di circa 4.500 piante per ettaro con rese di 45 - 65 q.li/ha.

ANNATA: con un autunno ed un inverno poco piovosi, l’annata 2016 ha registrato 519 mm di pioggia, rispetto ad una media* di 799 mm che caratterizza il versante nord del Vulcano, tra Randazzo e Passopisciaro, dove Donnafugata ha i propri vigneti in 5 diverse contrade. Le minori precipitazioni non hanno comportato conseguenze; in questi terreni vulcanici, sabbiosi, l’apparato radicale è in grado di spingersi in profondità per catturare l’umidità necessaria. L’estate non ha avuto picchi di caldo eccessivi; alcuni eventi piovosi di fine agosto hanno certamente giovato. La maturazione delle uve è stata lenta e regolare, grazie anche alle miti temperature di molte giornate tra settembre ed ottobre. Ottima dal punto di vista qualitativo, l’annata 2016 ha dato vini dai profumi intensi e morbidezza; vini di particolare finezza ed armonia. (*ANNATA AGRARIA: per l’Etna/Randazzo si considera dall’1 novembre al 31 ottobre; PRECIPITAZIONI: sono rilavate dal SIAS, Servizio Agrometeorologico Siciliano, e la loro media è calcolata a Randazzo dal 2007.)

VENDEMMIA: raccolta manuale in cassette con attenta selezione delle uve in vigna. Il Nerello Mascalese è stato raccolto tra il 14 ed il 28 ottobre.

VINIFICAZIONE: alla ricezione in cantina, ulteriore scelta dei grappoli sul tavolo vibrante e successiva selezione degli acini grazie ad una diraspatrice di ultima generazione, in grado di selezionare solo gli acini perfettamente maturi, scartando quelli verdi e surmaturi. Fermentazione in acciaio con macerazione sulle bucce per 8-10 giorni alla temperatura di 25° C. Affinamento per 14 mesi, in parte in vasca e parzialmente in rovere francese (barrique di secondo e terzo passaggio) e poi almeno 7 mesi in bottiglia prima di essere commercializzato.

Dati analitici: alcol 13,45 % vol. - acidità totale 5,7g/l - pH 3,48

NOTE DI DEGUSTAZIONE: dal color rosso rubino chiaro, Sul Vulcano offre un bouquet elegante con note di frutti di bosco (fragolina e ribes rosso) e sentori floreali; si aggiungono delicate nuances di cannella e noce moscata. Ottima corrispondenza gusto-olfattiva con una buona freschezza e un tannino armonico. Lungo ed equilibrato nel finale.

LONGEVITA’: oltre 5 anni

CIBO&VINO: perfetto con antipasti e piatti della cucina mediterranea a base di melanzane o funghi, carni arrosto o in umido. E’ un vino versatile anche per accompagnare piatti di diverse tradizioni gastronomiche: da quella nord-americana (come chicken wings o hamburger) fino a quella asiatica purché non troppo speziata: per esempio Thai beef stir-fried (carne a tocchetti fritti in padella), o Dumpling (ravioli ripieni di carne o verdure). Può andare molto bene anche con una cucina fusion come quella Tex-Mex, con i piatti a base di carne e legumi. Servire a 18 °C.

quando desideri: Esplorare territori diversi dal solito. Sorprendere gli altri con selezioni originali. Vivere emozioni da raccontare.

DIAOLOGO CON L’ARTE: una dea-vulcano campeggia sull’etichetta. I suoi colori intensi, il rosso, i gialli, i neri cangianti, sono quelli del vulcano attivo più alto d’Europa. Una divinità antica, potente e femminile: “la Montagna” come viene chiamato l’Etna dalla gente del posto. “Sul Vulcano” è una dichiarazione d’amore: un vino puro, fragrante ed elegante, che fa respirare l’energia di questo luogo unico situato al centro del Mediterraneo.

PRIMA ANNATA: 2016. 

Recensioni

Prodotti Correlati